Lettori fissi

Translate

mercoledì 30 aprile 2014

VILLAGGIO DELLE QUILTERS: primo quadrimestre 2014!


Buongiorno bimbe e ben ritrovate, come state?

Non vi nascondo che provo una profonda emozione nel tornare a scrivere, dopo un lungo periodo di forzata assenza, su questo nostro blog.
Tante sono state le sorprese e le novità che ho trovato al mio rientro in questo mondo fatato del web: un blog con una diversa veste grafica, nuovi colori, meravigliosi e teneri cuoricini che invadono lo schermo ad ogni movimento del mouse, tanti nomi di bravissime quilters, tantissime foto di lavori uno più bello dell'altro ed infine un bellissimo progetto per regalare una soffice copertina a bimbi poco fortunati. 

C'è un'unica parola che riassume tutto questo, STUPENDO.

Ho ammirato i vostri lavori: miriadi di casette colorate (non è che rischiamo una denuncia per abusivismo edilizio?), un vero e proprio villaggio, e poi dicono che l'edilizia è in crisi!!!! 

Complimenti a tutte voi, siete state tutte brave, anzi bravissime.

Dunque, dopo tanto silenzio, da oggi ci sono anch'io. 
Ho lavorato senza sosta tutta la notte, una sorta di sfida con me stessa e con le babottine che hanno già "costruito" la casa di maggio. Mi domando, può essere considerato questo fatto un comportamento scorretto?!!!!!!!!!!!!!!, in fondo non si è mai vista un'impresa edile che ti consegna un lavoro in anticipo. 

Ecco il mio lavoro, queste sono le mie casette, tutte costruite rigorosamente in inch. 





Manca il bordo di rifinitura tutto intorno ai blocchi, ma dopo 12 ore di lavoro notturno con la compagnia delle canzoni di Vinicio Capossela, ho cominciato a non poterne più. Gli occhi mi si incrociavano, vedevo stelle e girandole da tutte le parti, così ho deciso che le rifiniture saranno fatte in un secondo momento.

Mi è piaciuta l'idea di tante di voi di personalizzare i blocchi con qualche appliquè o con qualche semplice ricamo, un modo per rendere ancora più personale il proprio lavoro.
Ho deciso così di “ricamare” una piccola geisha in ogni blocco, con la speranza che se ne materializzi una per casa mia. Non avete idea di quanto desideri in questo periodo avere qualcuno in casa che si prende cura di tutto e che a me lasci solo il compito di pensare a cose esclusivamente belle e rilassanti. Capisco bene che non si potrà mai realizzare una cosa simile, però …... sognare non costa niente!

Adesso il dovere mi chiama. Vado a lavorare tra i mattoni e la calce, dove realmente si costruiscono e si ristrutturano le case, dove però c'è poco colore e allegria e, purtroppo, tantissima crisi.

Buona giornata a tutte
Kiss kiss

Rita




4 commenti:

  1. Ciao Rita,vedo che sei stata di parola,ti sei rimessa in pari tutto in una notte.Da domani puoi pensare alla casetta di maggio e sarai senz'altro in regola, non come noi che, avendo ricevuto lo schema in anticipo, ci siamo fiondate sul tulipano come api sul miele.Carina anche la geisha e a proposito di quella che vorresti in casa....pensa che io,qualche tempo fa volevo una tata per la casa e per la famiglia,(e io fuori ). ;)

    RispondiElimina
  2. Rita,bentornata,sei un mito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! veramente belle le tue casette,mi fa veramente piacere ritrovarti in questo blog.un grosso abbbraccio Lory

    RispondiElimina
  3. Sono felice finalmente ci sei!!!!!!! Bellissime anche le tue .un abbraccii ale

    RispondiElimina