Lettori fissi

Translate

venerdì 26 luglio 2013

blocco uno e due

Care amiche, mentre alcune di voi saranno già prese dalle vacanze estive, altre invece stanno soffocando per la calura, io finalmente riesco a postare i miei progressi.
Le mie ragazze chiaccherone erano pronte già da settembre. Devo fare  qualche ritocchino,  mettere i bottoncini formato mignon alla giacca e aggiungere la collana di perle alla signora con gli occhiali.
 


le ragazze un po'  più da vicino


ed ecco la cinesina, girate un po' il collo e la vedete.
Questa è la vera responsabile del rallentamento lavori. Non so perché ma mi ha suscitato da subito una strana antipatia. E ho impiegato del tempo per finirla. Dopo questa è stata la volta delle borsine. Una è quasi finita, l'altra manco iniziata. Allora sono andata avanti con altri ricami.
La signora con il gatto, il libro da leggere , la tazza del cucito, la macchina da cucire, taglia e cuci un po' di clessidre, qualche quadratino qua e là, ma alla fine i progressi veri si vedranno in settembre.
Vi anticiperò comunque qualche foto.


Per stasera è tutto. Vi auguro una serena notte ed una splendente giornata di sole per domani.
baci baci
Simona

mercoledì 17 luglio 2013

GHINGAM IN VACANZA..

..rieccole le "sisters in patch"..
me le immagino a babottare nel fresco del giardino, all' ombra di una pergola, 
davanti ad una tazza di ghiacciato the alla pesca..


 ..mentre tutt' intorno è un fiorire ..di fiori..

AGUZZATE LA VISTA:
oltre ad un ridotto numero di fiorellini in cornicetta c'è un altra diversità..


..chi indovina ?

P.S.
MI SERVE AIUTO!
mi sono stati regalati alcuni fat-quarter in flanella a quadrotti stile camicia da taglialegna, avete qualche idea su come confezionare un quiltino simpatico? 

Orsy

sabato 13 luglio 2013

Alle Babette!

Ciao Babette e Babotte!
ultimamente sono una vera "disertore di blog"!...dopo tante ore davanti al computer durante il giorno quando e' sera non ho proprio voglia di accenderlo!
Oggi ho guardato un po' di post e non potevo non fare  i miei complimenti a Rita e Lorenza che hanno terminato il loro Ghighi quilt, e devo dire ...lavori veramente egregi.!!!!! bravissime!

spero di non aver saltato qualche post e non aver visto il lavoro di altre babette! Brave e ricaricatevi x il progetto prossimo!
Un bacione a tutte e buona settimana
La Vigni!

venerdì 5 luglio 2013

Due idee per il prossimo progetto

Ciao ragazze! Sto già sognando il prossimo stitching e ho trovato due pattern che forse potrebbero fare al caso nostro, se credete.
Partendo dall'esigenza di fare solo patchwork, spendere poco per il pattern e sapendo che il quilt di stelle ha riscosso ampi consensi, ho trovato questo pattern simile, tratto da Burda patchwork n°6 (costo euro 5,90). Ogni esagono viene imbottito e finito singolarmente (metodo assemblaggio inglese), rimborsando il retro sul davanti e formando così la cornice esterna dell'esagono; l'esagono si contruisce con gli stessi rombi usati per le stelle. Dovrebbe essere la tecnica atarashii; ne aveva fatto un tutorial Milena, eccolo: http://creazioni-milena.blogspot.it/2011/09/tutorial-per-esagoni-con-tecnica.html (se poi cliccate sulla seconda parte si capisce benissimo). E' comodo perchè lo si può portare e fare ovunque: è fatto interamente a mano e si usa la macchina da cucire solo per la cornice finale esterna. Inoltre lo si può ampliare a piacimento a seconda della voglia: se si è stanche ci si ferma a un baby quilt, o si continua con uno scaldotto, una trapunta singola o matrimoniale.
La seconda idea è il Lucy Boston quilt: il top si cosrtuisce con il solito rombo, un quadrato e un rettangolo, sempre con la tecnica di cucire a mano ogni patch, come per il top di stelle (english paperpiecing):
Io lo trovo bellissimo! Voi che cosa ne pensate?
Ale, Vania, a voi nel frattempo è venuta qualche altra idea?

giovedì 4 luglio 2013

Buon compleanno Francy

Incomincio con una sezione di 25 flessioni virtuali.....mi sono dimenticata della cara e vecchia Kok.


Buon compleanno!
  AUGURI DI  

1) FELICITA' A NON FINIRE
2)SALUTE DA SCOPPIARE 
3) AMORE  RICCIOLOSO

Speriamo che ritorni a patchworkare 
e sappi che il ricamo fa venire l'artrite
baciotti  Adk


Adesso che ci penso mi sono dimenticata di qualcun altra.....

siete contente? le sta facendo adesso per tutte voi....
vi vollio benne da mati
Adk











martedì 2 luglio 2013

dove eravamo rimasti

ciao carissime,dopo lungo lavoro di ricamo tra amore e odio l'ho finito...........qui il blocco numero nove,la giapponesina inebriata tra il profumo di lavanda e le varie boccete di profumi tra cui scegliere.
era indecisa tra il profumo e la cremina rosso porpora che fa diventare più belle e giovani( provata senza risultati)

 la lavanda appena raccolta nel suo giardino
 e qui vedete il blocco numero 11,un momento di relax dopo tanto ricamare ci vuole,ma sfortunatamente si era dimenticata di fare le crocette


The Gingham Girls: blocchi in saldo!!!!!


Hello girls, how are you?
Questa volta sarò breve, o almeno spero!!!  
E’ tempo di saldi e quindi ……. quattro blocchi in un unico post.
Ho finito tutti i blocchi del progetto The Gingham Girls, un progetto che mi ha divertito e rilassata.
Inizio subito a mostrarvi il mio lavoro, cominciando dal blocco numero otto.
 



Carino, che ne dite? La vespa sembra proprio quella con la quale ventisei anni fa ho viaggiato in Corsica durante la mia honeymoon. Non avevo certo la macchina da cucire al seguito, ma la vespa era ugualmente ben carica, non mancava assolutamente niente.
Scarpe basse e comode, sono salita a bordo delle due ruote e ingranato la marcia , ho cominciato a “ricamare” e cucire i blocchi molto velocemente. Ecco il blocco numero nove

 
Superfluo dire che le girls mi piacciono tanto. Apprezzo molto la loro disinvoltura nell’indossare cappelli in vero stile Ascot e fare sfoggio di improbabili acconciature del genere “ho messo le dite nella presa della corrente”!!!    
Questo invece è il mega blocco dieci.


La piccola geisha ha finito di preparare un ottimo tè, il famoso tè lapsang souchong, un tè nero che si distingue da altri tipi di tè neri per il fatto di essere affumicato. Dicono che questo tipo di tè sia particolarmente adatto per accompagnare pesce o carni alla brace, bisognerebbe chiedere qualche ricettina alla giovanissima chef di Fior di Zenzero (avete mai provato le sue ricette? una più golosa dell’altra) oppure a Kokina (avete provato la sua ricetta per fare il soufflé di formaggio? ci siete riuscite? io,  ho provato due volte con il risultato di trovarmi davanti una specie di frittata!!!)
Per la nota rubrica ”me la suono e me la canto” vi mostro un particolare di questo decimo blocco: il mazzolino di lavanda
 
Mi piace veramente tanto come ho ricamato questo mini blocchettino. La lavanda sembra quasi vera, non trovate anche voi? se vi avvicinate allo schermo del vostro pc potreste anche sentirne il profumo!!! Altro piccolo particolare di questo blocco sono i cuori, tagliati con la Big Shot che ho vinto alla lotteria del Quilting Day di Roma.

Dopo una lunga maratona per ricamare, tagliare, cucire e assemblare i vari blocchi cosa c’è di meglio se non un buon bagno rilassante? Se poi si ha la fortuna di avere per compagno di ciacole un tenero kakarone, il relax è assicurato

 

Sono molto orgogliosa e soddisfatta del mio lavoro.  Mi piacciono i colori delle stoffe che ho scelto, i tanti pois disseminati tra i blocchi e i ricami che ho fatto. Mi piacciono i diversi quadratini che in realtà sono dei rettangolini e adoro le tante cuciture “diversamente” dritte, ma d’aldronde è risaputo, una cucitura storta che viene nuovamente ricucita è spesso peggiore di quella che si vuole modificare e poi, non dimenticatevi, sono di Pisa e abito molto vicino alla Torre Pendente e quindi ……….. evviva le cuciture stortignaccole!!!!!!! Mi sarebbe piaciuto avere le doti creative, come alcune di voi, per rendere questo progetto un po’ più personale, invece da quel punto di vista sono uno zero assoluto.
Però ………….. il mio tocco personale ci sarà lo stesso!!!.

A rendere unico questo quilt, saranno le diverse giunte e sonte che dovrò fare per correggere gli errori che ho commesso nel tagliare la stoffa quando la misura indicata prevedeva i tre quarti di inch. 
 
La visione d'insieme con tutti i blocchi sul pavimento in graniglia di marmo, tipico degli anni sessanta, inganna un po' e sembra che le "sonte" da fare siano poche, invece sono parecchie. No problem, vorrà dire che alla fine avrò un quilt taglia large!!!
Kiss kiss
Rita