Lettori fissi

Translate

martedì 2 luglio 2013

The Gingham Girls: blocchi in saldo!!!!!


Hello girls, how are you?
Questa volta sarò breve, o almeno spero!!!  
E’ tempo di saldi e quindi ……. quattro blocchi in un unico post.
Ho finito tutti i blocchi del progetto The Gingham Girls, un progetto che mi ha divertito e rilassata.
Inizio subito a mostrarvi il mio lavoro, cominciando dal blocco numero otto.
 



Carino, che ne dite? La vespa sembra proprio quella con la quale ventisei anni fa ho viaggiato in Corsica durante la mia honeymoon. Non avevo certo la macchina da cucire al seguito, ma la vespa era ugualmente ben carica, non mancava assolutamente niente.
Scarpe basse e comode, sono salita a bordo delle due ruote e ingranato la marcia , ho cominciato a “ricamare” e cucire i blocchi molto velocemente. Ecco il blocco numero nove

 
Superfluo dire che le girls mi piacciono tanto. Apprezzo molto la loro disinvoltura nell’indossare cappelli in vero stile Ascot e fare sfoggio di improbabili acconciature del genere “ho messo le dite nella presa della corrente”!!!    
Questo invece è il mega blocco dieci.


La piccola geisha ha finito di preparare un ottimo tè, il famoso tè lapsang souchong, un tè nero che si distingue da altri tipi di tè neri per il fatto di essere affumicato. Dicono che questo tipo di tè sia particolarmente adatto per accompagnare pesce o carni alla brace, bisognerebbe chiedere qualche ricettina alla giovanissima chef di Fior di Zenzero (avete mai provato le sue ricette? una più golosa dell’altra) oppure a Kokina (avete provato la sua ricetta per fare il soufflé di formaggio? ci siete riuscite? io,  ho provato due volte con il risultato di trovarmi davanti una specie di frittata!!!)
Per la nota rubrica ”me la suono e me la canto” vi mostro un particolare di questo decimo blocco: il mazzolino di lavanda
 
Mi piace veramente tanto come ho ricamato questo mini blocchettino. La lavanda sembra quasi vera, non trovate anche voi? se vi avvicinate allo schermo del vostro pc potreste anche sentirne il profumo!!! Altro piccolo particolare di questo blocco sono i cuori, tagliati con la Big Shot che ho vinto alla lotteria del Quilting Day di Roma.

Dopo una lunga maratona per ricamare, tagliare, cucire e assemblare i vari blocchi cosa c’è di meglio se non un buon bagno rilassante? Se poi si ha la fortuna di avere per compagno di ciacole un tenero kakarone, il relax è assicurato

 

Sono molto orgogliosa e soddisfatta del mio lavoro.  Mi piacciono i colori delle stoffe che ho scelto, i tanti pois disseminati tra i blocchi e i ricami che ho fatto. Mi piacciono i diversi quadratini che in realtà sono dei rettangolini e adoro le tante cuciture “diversamente” dritte, ma d’aldronde è risaputo, una cucitura storta che viene nuovamente ricucita è spesso peggiore di quella che si vuole modificare e poi, non dimenticatevi, sono di Pisa e abito molto vicino alla Torre Pendente e quindi ……….. evviva le cuciture stortignaccole!!!!!!! Mi sarebbe piaciuto avere le doti creative, come alcune di voi, per rendere questo progetto un po’ più personale, invece da quel punto di vista sono uno zero assoluto.
Però ………….. il mio tocco personale ci sarà lo stesso!!!.

A rendere unico questo quilt, saranno le diverse giunte e sonte che dovrò fare per correggere gli errori che ho commesso nel tagliare la stoffa quando la misura indicata prevedeva i tre quarti di inch. 
 
La visione d'insieme con tutti i blocchi sul pavimento in graniglia di marmo, tipico degli anni sessanta, inganna un po' e sembra che le "sonte" da fare siano poche, invece sono parecchie. No problem, vorrà dire che alla fine avrò un quilt taglia large!!!
Kiss kiss
Rita
 
 

 

9 commenti:

  1. bellissimo lavoro,bellissimi i colori,ricami egreggiamente eseguiti,che dire "bellissssimoooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!".un grandissimo abbraccio lory

    RispondiElimina
  2. ecco la prima che finisce il progetto.....molto bello e delicato....rita sie bravissima.

    RispondiElimina
  3. Rita che bello leggerti e vedere il risultato del tuo lavoro, che è
    splendido, davvero di che cantartela e suonartela!
    Un grande abbraccio
    Gruvy

    RispondiElimina
  4. un lavoraccio ed un lavoro delizioso, bravissima Rita!
    un abbraccio
    Franci

    RispondiElimina
  5. avendo ceduto il trono di spade non ho più diritto agli auguri.
    sei una Kakona Kak!
    un bacio
    Franci

    RispondiElimina
  6. è una meraviglia !!
    si sente persino il profumo del mazzolino di lavanda!
    Orsy

    RispondiElimina
  7. confermo è splendido. Ho visto dal vero diversi blocchi e mi hanno incantata. Bella la stoffa soprattutto i pois.
    Mia mamma,che li ha visti mentre guidava, per un soffio non è finita contro il guard rail.
    un abbraccio a tutte
    Simona

    RispondiElimina
  8. Grazie, siete sempre molto carine con me. I vostri commenti sono pillole per rafforzare la mia autostima, che negli ultimi anni si è notevolmente ridotta fin quasi a scomparire.
    Vi abbraccio
    Rita

    RispondiElimina
  9. E' un lavoro bellissimo. hai scelto dei colori finissimi e per i ricami non ci sono parole.
    Complimenti devi essere più che contenta del risultato.
    Io sono sull'indietro andante.
    Un abbraccio
    Laura

    RispondiElimina